Under construction

Ti salverai. Si salveranno. Tutti si salvano. E se non riescono a salvarsi insieme lo faranno separatamente. È un eterna lotta alla sopravvivenza. Persone “ammaccate” si incontreranno e potranno curarsi o distruggersi a vicenda, sta a loro la scelta. I rapporti sani sono vicendevolmente costruttivi , siano essi di amicizia o amore. Potrai trarne tutti gli insegnamenti che vuoi, ma ci vuole anche la gratificazione di aver fatto qualcosa di buono. Se non avverrà avrai, si, commesso degli errori e proprio di quelli dovrai fare insegnamento, ma ti sarai arricchito e andrà bene così. Puoi scegliere come vivere il cambiamento, e gli altri sceglieranno il loro, se ci sarà.

Tutto così semplice ma quando in ballo entrano le paure, i pregiudizi, le emozioni? Tutto si complica. Si perde la semplicità delle cose. L’affetto, la lettura di un gesto. Bisogna mettersi in discussione, nel bene e nel male.

La vita è una! Se pensassimo di morire domani cosa sceglieremmo di fare? Di cosa sentiremmo la mancanza? Di tutti quei baci che avremmo voluto dare, di tutti quei “mi manchi” che avremmo voluto dire, di tutte le chiamate che avremmo voluto fare. Quando si trova qualcosa di puro, vero, che ti fa uscire da quel torpore in cui vivevi, varrebbe la pena di viverlo senza riserve, qualunque esso sia. Dove c’è riserva non c’è spontaneità. Dove c’è riserva non esiste “perfezione” che tenga.

“Non permettere a nessuno di farti sentire sbagliata solo perché non sei adatta a stare con quella persona!” Mi è stato detto giorni fa, ed oggi più che mai lo sento mio.  Non farò mai sentire qualcuno inadatto per questo. L’essere inadatti allo stare insieme risiede nei valori differenti, tutto il resto se si vuole da entrambe le parti si modifica.  Ho provato cosa vuol dire, e nonostante di errori ne abbia commessi, e ne commetterò, una cosa la so, quanto valgo. L’ho capito grazie alle persone che mi conoscono e mi amano. L’ho capito guardando negli occhi di chi amo e  mi ama. Quegli occhi che mi leggono senza riserve. Quegli occhi che leggono i miei pregi e i miei difetti e mi accettano come sono, pur facendomeli notare. Quegli occhi che anche nell’errore mi ameranno sempre. Quegli occhi che sento, ascolto, e mi servono a capire le tremila facce della vita. Quegli occhi davanti ai quali mi spoglio di ogni maschera, essendo semplicemente me stessa, in un mondo dove di maschere ce ne sono tante e di volto pochi, come diceva Pirandello. Ama la semplicità. Ama la trasparenza. Impara ad ascoltarti. Sarai la persona con cui passerai più tempo, ed è meglio che sia un tempo fatto di introspezione e conoscenza, in cui ti amerai, ti odierai ma uscirai cosciente di qualcosa.

In ogni caso CRESCO. In ogni caso vivo. In ogni caso sogno.

So chi voglio essere e lo diventerò. Continuo a cambiare. Incessantemente imparo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...