STOP …PLAY

STOP…esiste questo pulsante…ma forse per la vita meglio non usarlo…Un vecchio detto dice:"Chi si ferma è perduto!".
Forse aveva ragione,forse non c’è cosa più vera..Forse bisogna correre senza fermarsi mai,perchè per fermarci avremo tempo.
Fermarsi vuol dire voltarci per vedere quello che siamo riusciti a costruire,rafforzare o distruggere…porsi tutti i perchè e trovare le giuste risposte…Scegliere il momento in cui fermarsi non è facile…se sbagli potresti non riuscire a ritornare in pista,potresti essere assalito dai perchè e soffocare…ma se riesci,capisci che direzione hai preso…decisa da te o non..e se qualcosa non va puoi cambiarla.Per alcune cose potresti essere in tempo…potresti ancora cambiarne il senso,ma per altre invece è troppo tardi…Per quanto ci affanniamo a cambiare ci sono delle cose che non cambieranno mai,si nasconderanno,sembreranno sparite ma resteranno..perchè in fondo fa parte della nostra essenza. 
Ma adesso che le lancette dell’orologio scorrono desidererei premere lo STOP..perchè in fondo la felicità non è avere tutto..ma avere le cose che ti portano il sorriso…Nonostante ci siano cose alle quali aspiro che ancora non ho,nonostante ci sono persone che vorrei e nn ci saranno,nonostante di errori ce ne sono stati tanti e ce ne saranno…oggi…ora…ho il mio sorriso,ho lo stare bene tra la gente..ora ho quello che prima non avevo ..le mie sicurezze..le ho cercate,le ho trovate…e ce ne saranno altre..chissà…ma ora sono Felice…però dobbiamo premere PLAY…!!!
Annunci

…Il limite…

"Senti l’acqua che scorre…tu resti sotto e non hai proprio voglia di uscirne…di tornare al gelo che c’è fuori.Tanto il tempo passato…e adesso?!?adesso proprio non saprei…non saprei se è solo ricordo o perchè la vita,gira e rigira torna sempre al punto.Perdonare e dimenticare…Due cose impossibili,Forse….Dico forse perchè capita sempre così.Le migliori idee nascono da cose che si pensavano impossibili…per diventare possibilità…Delle cose sono indimenticabili,fino a che non si dimenticano.Vengono ricordate di tanto in tanto da un cervello,che per lo più non conosciamo,per poi finire in posti remoti.Finchè è la vista di un calendario che ti rinnova la memoria,rammentandoti qualche ricorrenza che in passato non avresti mai dimenticato.Ma se le cose si dimenticano,vuol dire che non sono state importanti??…Perdonare…ecco questa è un’altra bella parola…tanto bella quanto di difficile applicazione.Si può perdonare davvero??Siamo noi esseri umani capaci di non voltarci più indietro e guardare solo avanti??Molto spesso è così che succede…si pensa sempre al passato per poi alzarsi un giorno e non pensarci più…forse essere cambiati proprio per un passato,doloroso o meno…ma  poi andiamo avanti..ci si prova,si tenta e anche se di tanto in tanto si arranca..procediamo,per il nostro cammino,il nostro destino.Intanto è la vita che ci cambia tra le mani..cambiano le persone che ti circondano,i posti,le circostanze,i divertimenti…e per strada cerchi di non perdere le cose buone che trovi…ammesso che riesca a vedere del buono in qualcosa..Ecco proprio questo sta cambiando…adesso si va oltre…oltre preconcetti mentali,oltre limiti,oltre la negazione..e forse si apprezzerà di più questa realtà che spesso ci da un motivo per sorridere solo per il piacere di una compagnia,solo che delle volte si è troppo ostinati dal non rischiare che non ci si accorge che siamo dentro a quel rischio da un pò….e non ci resta che ammettere che stiamo sbagliando….e vivere quello che succede…e allora GRAZIE..a tutte quelle cose che mi hanno regalato e continuano a regalarmi i mille sorrisi di questi giorni…e che diventeranno,forse,delle nuove certezze….per superare e non limitarsi a conoscere quei confini a lungo tracciati…!!!"

Percorsi di una vita…

Avanti un foglio bianco…e come sempre le parole sembrano non arrivare.Capita spesso ultimamente.Forse perchè c’è chi mi capisce anche così..in silenzio…e con loro non bisogna trovare le parole.Pensi a come dire delle cose,e ti sembra la cosa più complessa di questo mondo,ma poi…poi le parole ti escono come se a parlare non fossi tu…e alla fine va bene così.Va bene perchè non c’è niente di male visto che c’è chi sa molto di te..Ma si cammina su un sentiero,quello della vita,ed è difficile avere una retta via..Facciamo delle curve,delle inversioni,delle soste lunghe anni e poi…ripartiamo,ci proviamo,rischiamo…Dipende dai caratteri…un passo avanti e ci si scopre,poi si torna indietro…uno zig zag che può dare fastidio,ma allontana chi non ci crede veramente in voi.Siamo esseri imperfetti..sbagliamo,abbiamo paura,cadiamo..e da esseri umani razionalizziamo e ci rialziamo.Si scappa,si fugge…o si resta e si rischia…queste cose non vanno bene insieme..non se applicate nello stesso campo..e intanto si fa quello che si era evitato da tanto…SI PENSA…ma nessuna risposta…e il tempo passa..i muri si abbassano e si alzano di nuovo…le occasioni si perdono e altre si presentano.E’ la vita…quella fantastica avventura che tutti viviamo…anche se nel trascorrere del tempo quello che segna davvero sono i ricordi…di rimpianti…di esperienze…ci segnano e ci cambiano.Più qualcosa ha fatto parte di te più diventa impossibile dimenticare…Intanto si cresce e la vita si complica…o almeno questa è la sensazione…momentanea…

Quel posto che non c’è

Occhi dentro occhi e prova a dirmi se
un po’ mi riconosci o in fondo un altro c’è sulla faccia mia
che non pensi possa assomigliarmi un po’
mani dentro mani e prova a stringere
tutto quello che non trovi
negli altri ma in me
quasi per magia
sembra riaffiorare tra le dita mie
potessi trattenere il fiato prima di parlare
avessi le parole quelle giuste per poterti raccontare
qualcosa che di me poi non somigli a te
potessi trattenere il fiato prima di pensare
avessi le paorle quelle grandi
per poterti circondare
e quello che di me
bellezza in fondo poi non è
bocca dentro bocca e non chiederti perchè
tutto poi ritorna
in quel posto che non c’è dove per magia
tu respiri dalla stessa pancia mia
potresti raccontarmi un gusto nuovo per mangiare giorni
avresti la certezza che di me in fondo poi ti vuoi fidare
quel posto che non c’è
ha ingoiato tutti tranne me
dovresti disegnarmi un volto nuovo e occhi per guardarmi
avresti la certezza che non è di me che poi ti vuoi fidare
in quel posto che non c’è
hai mandato solo me
solo me solo me solo me solo me..

Negare…

"Neghiamo di essere stanchi, neghiamo di avere paura, neghiamo di cercare il successo a tutti i costi. E cosa più importante… neghiamo che stiamo negando.
Noi vediamo solo quello che vogliamo vedere. E crediamo solo a quello che vogliamo credere. E’ funziona.
Mentiamo così tanto a noi stessi che dopo un pò le menzogne cominciano
a sembrare realtà. Mentiamo così’ tanto che non sappiamo più riconoscere la verità…neanche quando l’abbiamo di fronte.
A volte la realtà a un modo tutto suo assolutamente inaspettato di presentarsi..e quando la diga cede la sola cosa che si può fare è nuotare.
Il mondo della finzione è una prigione non un posto dove mettersi al sicuro. Non possiamo mentire a noi stessi troppo a lungo. Siamo stanchi. Siamo impauriti. E negare non cambia la realtà.
Prima o poi dobbiamo disfarci del nostro negare e guardare in faccia la realtà, sfidandola a duello.
Negare, negare, negare.
Negare l’evidenza, rischia di farci perdere di vista la realtà. "

Ma non è proprio cosa e?!?

Vabbè…ormai è un sacco di tempo che proviamo ad organizzarci..io direi che è il caso di rassegnarci…non è cosa…nun se pò fà…cioè da Giugno a mo…solo una volta..quando non me lo aspettavo…e visto che adesso ho gli occhi "appizzati"…ed è che dire…direi che possiamo accantonare questa idea…NO?!?Dirai di no lo so…ma jà..ammetti che non è cosa…un pò per tutto quello che c’è dietro di noi..un pò perchè delle volte è decisamente meglio così e un pò perchè è il destino che sceglie per noi ….e se stiamo a un passo di distanza e nn lo sappiamo credo che è  un bel segno no?!?
Ah …Viva le stecchette del caffè che mi fanno apparire nella stanza…e che non fanno scordare mai di me
 
 
 
                     …Everything happens for a reason…

Ottobre da brivido..

Ok…non scrivo da un pò…lo so..mi manca…ma ultimamente non trovo le parole…Perchè ci sono momenti in cui non succede nulla e altri in cui succede tutto.Questo è uno di quei momenti in cui succede tutto..e …cacchio devi controllare un sacco di cose…
Questo ottobre?!?bhè ha proprio lasciato un segno pesante..ma di quelli belli…dopo un pò ho ritrovato una cosa che avevo perso…Me..la mia grinta,la mia voglia di arrivare  là dove credo di non potere…e ci sono riuscita…dopo 1 tentativo sbagliato,dopo 5 fuggite…finalmente ce l’ho fatta…il 31 ottobre del 2008 …sono riuscita a prendermi Scienza…e…che sensazione ragazzi…mmmm in realtà ero fin troppo carica.Mi stavo rompendo la mano nel muro ahaha ,per fortuna mi sono ricordata del braccialetto di Lourdes..che avrebbe fatto una brutta fine.E adesso si va avanti…verso il prossimo…e ancora…ma non dopo un degno festeggiamento,che mi ha portato a vedere l’alba su questa maledetta fottuta città…che però amo…Un 31 carico di emozioni,all’uni con il superamento e altro….e fuori con un travestimento di pipistrello che era fantastico.E’ così possibile chiudere una porta su un momento della mia vita…e adesso,più che mai,si procede a testa alta..cercando di non cadere in vecchi errori e ricordare che la fortuna ce la chiamiamo noi…e che il destino e il caso sono solo una scusa quando non hai la forza ne la voglia di reagire..ma che da soli possono cambiare le sorti della tua vita…ma non le tue sicurezze!